www.illibraiodellestelle.com
LIBRI MUSICA E VIDEO CARTOLERIA REGALO E BENESSERE
Cerca:
Carrello (nessun prodotto)
ARGOMENTI

Elenco Autori
Elenco Editori
DVD e Video
Cantautori
Commedie
Concerti e Musicali
Controinformazione
Documentari
Drammatici
Ecologia
Fantasy
Musical e musicali
Video Manuali
Video vari Film
Visioni della Anima
EDITORI IN EVIDENZA
AamTerranuova
Adelphi
Ambiente
Amrita
Antroposofica
Appunti di Viaggio
Arianna
Armenia
AshramVidya
Astrolabio
Bis
Bompiani
Boringhieri
Bur Rizzoli
CBP
Crisalide
De Vecchi
Fabbri
Feltrinelli
FioriGialli
Franco Muzzio
Il Leone Verde
Il Libraio delle Stelle
Il Punto d'Incontro
La Meridiana
La Parola 
L'Età dell'Acquario
Macro
Magi
Mediterranee
Mimesis
Mylife - RossiVideo 
Natura e Cultura
Prosveta
Psiche
Red Edizioni
Rizzoli
Synthesis
Tecniche Nuove
Ubaldini
Urra
Xenia
Tutti gli Editori
GUIDA ALLA
CONSULTAZIONE
In questa sezione trovate migliaia di testi selezionati e continuamente aggiornati. Nella colonna centrale sono (Continua...)

DISPONIBILITÀ IMMEDIATA
Sankara
BrahmaSutra
Con il commento di Sankara
AshramVidya
Pag. 2408
Formato: 15 x 21 cm.
Anno: 2005
ISBN: 978-88-85405-48-6


€. 130.00

  

(2 volumi in cofanetto).Il Brahmasutra è una delle "fonti" del Vedanta insieme alle Upanisad e alla Bhagavadgita. L'Autore, Badarayana-Vyasa, prende in esame i passi più significativi delle Upanisad con l'intento di mostare come un motivo conduttore unico le pervada. La sua struttura estrememente sintetica impedisce di fatto l'intelligibilità dell'opera: da qui i Commenti che sono stati fatti da varie scuole e posizioni filosofiche anche contrastanti. Sankara lo ha commentato dalla prospettiva Advaita e da tale prospettiva, essenzialmente metafisica, le apparenti contraddizioni, che da un approccio monisrico o dualistico, oppure da una lettura semplicemente letterale, emergono tra le affermazioni delle Upanisad scompaiono per svelare l'intrinseca unità della visione upanisciadica della Realtà.

<< Sembra che l'intenzione di Badarayana fosse quella di giungere a fissare definitivamente una dottrina, riassumendo e spiegando le teorie elaborate fino ad allora: questa dottrina avrebbe riconosciuto il brahma come causa materiale ed efficiente di tutto ciò che esiste e come primo fondamento delle anime individuali.>> (H. Von Glasenapp in "Filosofia dell'India")

Quest'opera è conosciuta anche sotto altri nomi: Vedanta-sutra poiché rappresenta dopo le Upanisad il testo fondamentale dell'esegesi vedantica; Sarirakamimamsasutra, poichè tratta del Sé assoluto (atman) nel suo aspetto manifesto in quanto associato all'espressione vivente (jivatman); Bhiksusutra, in quanto i qualificati per eccellenza a studiarlo sono i rinunciatari; Uttaramimamsasutra, perché condensa il risultato finale dell'investigazione condotta sulla parte conclusiva dei Veda ed esprime la sintesi di tutto l'insegnamento contenuto nella Sruti.

Il Brahmasutra espone i concetti basilari del Vedanta estrapolati dalle Upanisad rispettando una successione rigorosamente logica. In sostanza esso consiste in una serie di asserzioni filosofiche, espresse sinteticamente in forma aforistica, tratte più o meno direttamente dalle sentenze (vakya) delle Scritture.

Nel testo sono esaminate diverse concezioni filosofiche o darsana, talvolta confermate, rettificate, talvolta confutate; tuttavia in questo non c'è esclusività, parzialità o incoerenza. Il Vedanta non intende contrapporsi agli altri darsana (scuole filosofiche o punti di vista dottrinali) ma, rendendo ragione del loro stesso essere come vedute particolari, intende solo demolire le interpretazioni improprie, quelle cioè che conferiscono arbitrariamente il ruolo di concezioni totali a semplici prospettive parziali.

Il Vedanta, sebbene considerato uno dei sei darsana ortodossi, si situa su un piano superiore perché, delineando la Realtà senza secondo, include ogni possibile punto di vista. In altre parole, risolvendo la molteplicità nella Non-dualità , la visione Advaita si libera da ogni vincolo empirico, limitazione concettuale e pregiudizio dogmatico e, dichiarando l'evidenza e l'immediatezza della Conoscenza come, del resto, l'assenza di relazione o contatto per l'Assoluto Brahman "... si pone al di sopra di ogni possibile opposizione e contraddizione"; pertanto si rivela come quella visione di sintesi in cui tutte le altre concezioni trovano compimento e ragion d'essere, collocandosi in una prospettiva che trascende le altre ma che, al tempo stesso, tutte le abbraccia e risolve in sé.

Il testo del Brahmasutra è ripartito in quattro Capitoli (adhyaya), ognuno dei quali consta di quattro Parti (pada); ogni Parte raggruppa un certo numero di Proposizione (adhikarana) consistenti in uno o più Aforismi (sutra). Ogni Proposizione tratta una questione specifica intorno all'interpretazione di taluni passi scritturali, sia della Sruti sia della Smrti sia di altre fonti. In base la commento di Sankara il numero totale delle delle Proposizioni è 192 e quello degli Aforismi 555.

Il Primo Capitolo tratta della "Concordanza" (samanvaya) effettivamente esistente tra le sentenze delle Upanisad sebbene si presentino in apparenza discordanti. Infatti, benchè possano apparire affatto differenti nel significato, invece, qualora interpretate alla luce della Non-dualità, rivelano tutte, senza eccezione alcuna, un unico senso.

Nel Secondo Capitolo, intitolato "Assenza di contraddizione" (avirodha), si esaminano le obiezioni che possono essere sollevate contro il Vedanta da avversari che si basano su alcune interpretazioni dei darsana dimostrando che, in realtà, non esite alcuna contraddittorietà tra questo e quelle teorie che con esso si pongono apparentemente in contrasto.

Nel terzo capitolo del Brahmasutra si prende in considearzione ciò che, secondo la Tradizione vedantica, costituisce un "Mezzo" di liberazione (sadhana). Si esaminano diverse questioni in merito alla natura della coscienza individuata e al suo destino trasmigratorio, in merito alla realizzazione dopo la morte fisica, ecc. Si parla inotre del possesso o meno di attributi da parte della Realtà e dell'assenza di qualsiasi relazione nello stato di Liberazione - cioè nell'autentica realizzazione coscienziale del Senza secondo - quantunque questa possa essere conseguita attraverso l'impiego di taluni mezzi di conoscenza.

Il Quarto e ultimo Capitolo del Brahmasutra concerne il "Frutto" (phala). Si parla sommariamente delle pratiche ascetiche, meditative, ecc anche in riferimento a quanto già esposto; quindi si esamina il processo di riassorbimento delle delle funzionalità organiche come propaggini coscienziali. Vengono presentate poi le due vie, quella degli Avi e quella degli Dei, se ne chiarisce la distinzione e si spiegano le rispettive modalità. Infine viene approfondito l'argomento della Liberazione totale conseguente alla realizzazione del Nirguna.

Sebbene non sia il primo in ordine di tempo, il commento Sankariano è tuttavia il più noto, chiaro e profondo. Sankara redige il suo Bhasya (commento) volgendosi a un fine non solamente intellettualistico o speculativo, ma essenzialmente realizzativo. Egli non propone astrusi ragionamenti o raffinati sofismi, ma, anche avvalendosi, se necessario, di una logica adamantina, prospetta pure e incontrovertibili sentenze. Del resto la realizzazione è una "presa di coscienza" e non il risultato di ardite elucubrazioni teoretiche; non è qualcosa di estraneo da acquisire - noi siamo il Brahman o Quello - ma la nostra essenza più profonda o vera natura da riconoscere, la propria essenza da svelare. Per il Conoscitore, la Conocsenza è pura evidenza.
(dove non indicato diversamente, l'articolo è tratto e adattato dalla Prefazione al Brahmasutra del Gruppo Kevala, Ed. AsramVidya)
leggi introduzione al BrahmaSutra

  • Altri libri di Vedanta
  • Altri libri dell'autore: Sankara
  • Altri libri dell'editore: AshramVidya
  • Scheda dell'autore: Sankara

  • SCONTO 15% ?!     5.000 Titoli di 14 editori 
    con sconti favolosi !
    AREA RIVENDITORI
    userid

    password

     NOVITÀ
    La Formazione e il Lavoro di un Iniziato
    Il Giardino di Guerriglia
    Un anno di allegre battaglie fra la donna e il verde
    Nessuno è Troppo Piccolo per Fare la Differenza
    L'Insegnamento dei Maestri Arcani
    Il Training Autogeno Ti Cambia la Vita
    Manuale di rilassamento fisico mentale ed emotivo
    Cavalcare il Kali Yuga - Il Libro del Guerriero dello Spirito
    Una guida per gli uomini alla ricerca della loro virilità sacra
    La Grammatica delle Spezie
    Coltivare Bio con Successo
    Il primo manuale di orticoltura bio-intensiva per piccole aziende
    Karman
    Karma. La legge di causa e effetto alla luce delle più recenti scoperte scientifiche
    Cibi che Ti Cambiano la Vita
    Scopri il potere nascosto di frutta e verdura
    Madri che Feriscono
    Liberarsi dal loro potere per rinascere
    Il Mondo in Fiamme
    Contro il capitalismo per salvare il clima
    Le Sei Storie del Piccolo Principe
    Il Monaco che Scambiò il suo Orologio con un Paio di Scarpe da Tennis
    Colori d'Autunno
    altre novità
    ISCRIVITI alla NewsLetter
    Riceverai tutte le novità e le offerte direttamente nella tua casella e-mail


    Il Sentiero delle
    Lacrime di Gioia

    Il Sentiero delle <br>Lacrime di Gioia
    spiritualità Ã© chiarezza
    Il Cammino
    è la Meta

    Il Cammino<br>è la Meta
    una straordinaria autobiografia
    Tu Sei
    quindi
    Io Sono

    Tu Sei <br>quindi<br> Io Sono
    una dichiarazione di dipendenza
    I libri di Dahlke
    L'arte di sognare
    e la realtà dei sogni
    Il ROLFING
    un massaggio particolare
    JEAN VALNET
    la meravigliosa forza
    guaritrice della natura
    alimentazione fitoterapia aromaterapia
    Il silenzio é d'oro
    Thich Nhat Hanh
    Alexander Lowen
    e la bioenergetica
    www.illibraiodellestelle.com - www.illibraiodellestelle.it

    Il Libraio delle Stelle - via Colle dell'Acero 20 - 00049 Velletri - P.Iva 00204351001

    made by 3ml.it