www.illibraiodellestelle.com
LIBRI MUSICA E VIDEO CARTOLERIA REGALO E BENESSERE
Cerca:
Carrello (nessun prodotto)
ARGOMENTI

Elenco Autori
Elenco Editori
DVD e Video
Cantautori
Commedie
Concerti e Musicali
Controinformazione
Documentari
Drammatici
Ecologia
Fantasy
Musical e musicali
Video Manuali
Video vari Film
Visioni della Anima
EDITORI IN EVIDENZA
AamTerranuova
Adelphi
Ambiente
Amrita
Antroposofica
Appunti di Viaggio
Arianna
Armenia
AshramVidya
Astrolabio
Bis
Bompiani
Boringhieri
Bur Rizzoli
CBP
Crisalide
De Vecchi
Fabbri
Feltrinelli
FioriGialli
Franco Muzzio
Il Leone Verde
Il Libraio delle Stelle
Il Punto d'Incontro
La Meridiana
La Parola 
L'Età dell'Acquario
Macro
Magi
Mediterranee
Mimesis
Mylife - RossiVideo 
Natura e Cultura
Prosveta
Psiche
Red Edizioni
Rizzoli
Synthesis
Tecniche Nuove
Ubaldini
Urra
Xenia
Tutti gli Editori
GUIDA ALLA
CONSULTAZIONE
In questa sezione trovate migliaia di testi selezionati e continuamente aggiornati. Nella colonna centrale sono (Continua...)

DISPONIBILITÀ IMMEDIATA
Swami Sivananda
Samadhi Yoga
Vidyananda
Pag. 272
Formato: 15 x 21 cm.
Anno: 2013
ISBN: 978-88-6020-39-2


€. 18.00 €. 17.10 (-5%)

  

Il samadhi è l’apice della scienza spirituale dello Yoga, lo stadio supremo dell’unione con il Divino. Scritto dalla profondità della realizzazione spirituale di Swami Sivananda – il grande santo yogi di Rishikesh – questo libro descrive la filosofia dello Yoga e i passi preliminari per giungere all’Unione e infine spiega i diversi tipi e stadi di samadhi. Chi vuol fare l’esperienza meravigliosa del samadhi deve controllare la mente e il respiro, deve praticare Yoga e osservarne le regole. Per entrare nella meditazione profonda e nel samadhi, l’aspirante spirituale deve avere un ardente desiderio di liberarsi dal fuoco del samsara, come chi fugge da una casa in fiamme. Samadhi significa annientamento o assorbimento della mente.
 
La mente va ritirata dal mondo esterno e tenuta sotto controllo fino a dissolverla nel cuore. La mente disciplinata porta all’intensa contemplazione e fa entrare in nirvikalpa samadhi. Il samadhi segue la meditazione; la meditazione profonda è il samadhi. Non si tratta di uno stato d’inerzia, oblio o annientamento, ma di uno stato d’assoluta coscienza che sfugge ad ogni tentativo di descrizione. Come il sale gettato in acqua si scioglie nell’acqua, così la mente unita al Divino alla fine si fonde nel Divino. Per un saggio non vi è ‘entrare’ e ‘uscire’ dal samadhi: ovunque vada e qualunque cosa faccia egli rimane sempre in samadhi e beve il nettare dell’immortalità in questa stessa vita.
 
Il samadhi non è una specie d’entusiasmo emotivo o un sentimento d’euforia, ma l’esperienza intuitiva diretta della Coscienza Assoluta, la Realtà Ultima, al di là di ogni sensazione, emozione, fremito ed eccitazione. Vi è perfetta consapevolezza, si rimane nel proprio centro e si realizza la libertà assoluta, l’indipendenza e la perfezione. Nel samadhi non vi è tensione mentale, ma perfetto equilibrio, perfetta pace e silenzio; vi è il totale controllo delle funzioni mentali.. Non c’è più ignoranza sulla propria natura spirituale: il piccolo ego finito viene assorbito nella Coscienza Infinita; la mente e i sensi cessano di funzionare, il velo dell’ignoranza è bruciato dal fuoco della conoscenza.

Nel samadhi non c’è più il soggetto che medita né l’oggetto di meditazione. Il meditante discioglie la sua personalità nell’oceano di Dio, assorto e annullato fino a diventare un semplice strumento nelle mani del Signore. Nel raja yoga chi vuole diventare uno yogi e fare l’esperienza meravigliosa del samadhi deve controllare la mente e il respiro, deve praticare costantemente yoga e osservarne le regole. L’aspirante spirituale deve avere un ardente desiderio di liberarsi dal fuoco del samsara, come chi cerca ansiosamente di scappare da una casa in fiamme; solo così potrà entrare nella meditazione profonda e nel samadhi. Il samadhi non è una specie d’entusiasmo emotivo o un sentimento d’euforia; esso è la sola esperienza intuitiva diretta della Verità, della Coscienza Assoluta o della Realtà Ultima; è al di là di ogni sensazione, emozione, fremito ed eccitazione.

Nel samadhi vi è una perfetta consapevolezza che trascende ogni espressione e sentimento. Si rimane nel proprio centro – oggetto della propria ricerca – e si realizza la libertà assoluta, l’indipendenza e la perfezione. Nel samadhi non c’è più la percezione della dualità, che è causa di paura. Secondo il Vedanta, la distruzione dell’ignoranza porta al samadhi. Nel samadhi non vi è ignoranza; esso vi stabilisce nell’Atman. Mediante il samadhi il piccolo sé finito viene assorbito nella Coscienza Infinita. Nel jnani il samadhi è spontaneo e senza sforzo. “Yatra yatra mano yaati tatra tatra samadhayah – Ovunque la mente vada, là fa esperienza del samadhi. Il samadhi segue la meditazione. La meditazione profonda è il samadhi. La mente disciplinata conduce all’intensa contemplazione e infine fa entrare in nirvikalpa samadhi. Nel samadhi la mente è ritirata dalle sue occupazioni abituali e si fissa sull’Atman. Nel samadhi la mente non funziona affatto, ma viene assorbita in Brahman. Se si può indurre coscientemente uno stato simile al sonno profondo, non si tratta più di sonno profondo ma di samadhi.

Si tratta di un sonno senza sogno in cui la mente e i sensi cessano totalmente di funzionare, uno stato in cui il velo dell’ignoranza è bruciato dal fuoco della conoscenza. L’aspirante gode della gioia perfetta della libertà e fa l’esperienza gioiosa della Coscienza Cosmica e del Silenzio Supremo. Samadhi significa annientamento o assorbimento della mente. Ovunque vada e qualunque cosa faccia, lo yogi vede l’unico Sé. La liberazione si ha quando l’anima individuale diventa una sola cosa con l’Anima Suprema. Come il sale gettato nell’acqua diventa acqua, così la mente unita a Brahman alla fine diventa lo stesso Brahman. Quando la mente diventa Brahman anche questo mondo, che è una creazione della mente, si fonde in Brahman e diventa lo stesso Brahman. Quando la mente è completamente assorta in un solo oggetto di meditazione, ciò si chiama samadhi.
 
La mente s’identifica con l’oggetto di meditazione. Nel samadhi non vi è più chi medita né l’oggetto di meditazione. Il soggetto che medita e l’oggetto meditato, colui che pensa e il pensiero, colui che adora e l’oggetto adorato sono una sola cosa. La triade di conoscitore, conoscenza e conosciuto svanisce; la mente perde coscienza di sé e diventa identica all’oggetto di meditazione. Il meditante discioglie la sua personalità nell’oceano di Dio, assorto e annullato fino a diventare un semplice strumento nelle mani del Signore: quand’egli parla per intuizione diretta proferisce senza sforzo o premeditazione parole di Dio, e quando alza la mano manifesta l’energia divina ed opera miracoli.

In samadhi non vi è né vedere né udire, non vi è coscienza fisica né mentale; c’è soltanto la coscienza spirituale, vi è solo Esistenza (Sat), che è la vostra vera essenza. Se in una piscina non c’è acqua, svanisce anche il riflesso del sole nell’acqua. Quando la mente si fonde in Brahman, quando il lago della mente si prosciuga, svanisce anche la Coscienza che vi si riflette, la personalità (jiva) scompare e rimane solo l’Esistenza. Il turiya è uno stato spirituale in cui non vi è manifestazione della mente, in esso la mente è dissolta in Brahman; è la ‘quarta dimensione’ in cui c’è solo l’infinita beatitudine brahmica. Non è uno stato d’inerzia, oblio o annientamento, ma uno stato d’assoluta coscienza che sfugge ad ogni tentativo di descrizione: è la meta finale di tutto, è la liberazione.

  • Altri libri di Yoga
  • Altri libri dell'autore: Swami Sivananda
  • Altri libri dell'editore: Vidyananda
  • Scheda dell'autore: Swami Sivananda

  • informazioni sull'Autore: Swami Sivananda
    Swami Sivananda Swami Sivananda Sarasvati nacque nel 1887 in una grande e nobile famiglia del Sud dell'India; laureatosi in medicina, si dedicò alla professione in Malesia con grande successo. Nel 1924, attratto dal richiamo della ricerca spirituale, approdò a Rishikesh, alle pendici dell'Himalaya, dove nel 1932 fondò lo Sivananda Ashram e nel 1936 la Divine Life Society. Scomparso nel 1963, ha lasciato più di 300 libri sullo Yoga, traducendo oltre alla Bhagavad Gita anche i Brahmasutra, il Bhagavatam, molte Upanishad e scrivendo moltissimi altri volumi su tutti gli aspetti pratici dello Yoga, del Vedanta e della Sadhana spirituale.
    SCONTO 5% ?!
    35.000 Titoli
    e 470 editori 
    con sconto 5% !
    AREA RIVENDITORI
    userid

    password

     NOVITÀ
    Cambiare il Mondo con un Virus
    Geopolitica di un'infezione
    Giornalisti Comprati
    Come i politici, i servizi segreti e l’alta fi nanza dirigono i mass media tedeschi
    Riflessi dell'Anima - Agenda 2021
    Pensieri di Paramhansa Yogananda
    Sahaja Yoga
    La vita spontanea alla realizzazione del sé
    Anima Gemella
    Biglietto Per la Terra
    La sinergia fra l'essere umano, Gaia e l'Universo
    Più Sensibili più Forti
    Quando l'alta sensibilità diventa una risosrsa preziosa
    Mandukyakarika Upanisad
    Testo sanscrito a fronte
    Biologia della Gentilezza
    Le 6 scelte quotidiane per salute, benessere e longevità
    Disintossicazione Intestinale secondo il tuo Biotipo Oberhammer
    Protocollo personalizzato dei 7 giorni per depurarti senza rinunce
    Guida all'Orto Biodinamico
    Seminare, coltivare, vivere la terra
    Camminare
    Mettersi in forma senza stress
    Creative Flow
    Attività creative per la mia giornata mindfulness
    L'Amore è un'Azione
    Come abbandonare l'ego e tornare a te stesso
    Il Vento della Pace
    altre novit
    ISCRIVITI alla NewsLetter
    Iscriviti alla NewsLetter, riceverai tutte le novità e le offerte direttamente nella tua casella e-mail


    Il Sentiero delle
    Lacrime di Gioia

    Il Sentiero delle <br>Lacrime di Gioia
    spiritualità é chiarezza
    Il Cammino
    è la Meta

    Il Cammino<br>è la Meta
    una straordinaria autobiografia
    Tu Sei
    quindi
    Io Sono

    Tu Sei <br>quindi<br> Io Sono
    una dichiarazione di dipendenza
    I libri di Dahlke
    L'arte di sognare
    e la realtà dei sogni
    Il ROLFING
    un massaggio particolare
    JEAN VALNET
    la meravigliosa forza
    guaritrice della natura
    alimentazione fitoterapia aromaterapia
    Il silenzio é d'oro
    Thich Nhat Hanh
    Alexander Lowen
    e la bioenergetica
    www.illibraiodellestelle.com - www.illibraiodellestelle.it

    Il Libraio delle Stelle - via Colle dell'Acero 20 - 00049 Velletri - P.Iva 00204351001

    made by 3ml.it